venerdì 28 settembre 2018

Corrado Ocone ospite dello York. Ecco perché Benedetto Croce non amava la Massoneria

Mauro Cascio e Corrado Ocone

«È possibile continuare a filosofare e in che modo, con quale senso, nell'epoca della 'fine della filosofia'? È una delle domande, forse la domanda, che ha percorso il Novecento filosofico. Le risposte sono state diversissime: hanno coperto un'ampia e differenziata gamma di 'soluzioni'. C'è stato chi ha annullato la filosofia nel sapere scientifico concreto; chi l'ha vista come una sorta di collettore dei saperi particolari; chi ne ha decretato semplicemente la fine per palese esaurimento o 'inattualità' o semplicemente per necessità epocale di convertire la teoria nella prassi. Soprattutto quest'ultima 'soluzione', che accumuna i marxisti ai gentiliani ed altre forme di pragmatismo filosofico, può avere conseguenze 'pericolose', in quanto abdica alla 'comprensione' delle cose nel pensiero. Interessante a me sembra invece considerare la conclusione a cui giunse Benedetto Croce dopo essersi posto le suddette domande. Per il filosofo napoletano, la filosofia oggi può avere ancora un senso ma deve semplicemente porsi come 'metodologia della storiografia'».
All'attualità politica di Benedetto Croce era dedicato l'incontro dei Nobili Viaggiatori per le rotte del pensiero lungo il canale Neroniano, al Circeo. Ospite di Mauro Cascio e Saverio d'Ottavi, Corrado Ocone, direttore scientifico della Fondazione Einaudi, saggista per Rubbettino e Castelvecchi, scrive per Il Messaggero e il Corriere della Sera. Da un suo testo il Ministero ha tratto la traccia della prova scritta dell'esame di maturità di qualche anno fa. E la Massoneria? La Massoneria ai tempi di Croce, ma forse più negli anni della sua formazione, era il mainstream nelle istituzioni e nel mondo universitario. «Croce criticava la Massoneria, ma non come istituzione, bensì come pensiero filosofico, come 'mentalità'. Rimproverava il suo carattere democratico (un liberale non necessariamente è democratico), ma anche la sua impronta illuministica e gli esiti spesso positivistici». Al rapporto tra Croce e la 'mentalità massonica' è dedicato un saggio del filosofo Valerio Meattini di qualche anno fa. E sarebbe interessante ritornarci.
L'incontro, la cui registrazione sarà disponibile a breve, era patrocinato dal Gran Capitolo dei Liberi Muratori dell'Arco Reale - Rito di York. Ha portato i saluti il Sommo Sacerdote Tiziano Busca.

giovedì 27 settembre 2018

Nobili Viaggiatori. Oggi c'è Corrado Ocone

Corrado Ocone

Oggi alle 17.30 presso la Proprietà Scalfati il quarto appuntamento degli itinirari filosofici proposti da Mauro Cascio e Saverio d'Ottavi. Ospite sarà Corrado Ocone, direttore scientifico della Fondazione Einaudi, saggista per Rubbettino e Castelvecchi e firma del Corriere della Sera e del Mattino. Da un suo articolo è stata tratta dal Ministero la traccia per la prova scritta degli esami di maturità, qualche anno fa. Ocone parlerà dell'attualità politica di Benedetto Croce. Le conclusioni saranno come al solito affidate a Tiziano Busca. La rassegna ha il Patrocinio del Gran Capitolo dei Liberti Muratori dell'Arco Reale del Rito di York. La partecipazione è gratuita. Agli intervenuti sarà offerto un piccolo rinfresco. Infoline 342.8039743.

martedì 25 settembre 2018

Cogito Ergo Sum Homo Liber. La cultura di cui abbiamo bisogno a Siracusa (Tipheret - Gruppo Editoriale Bonanno)


Tiziano Busca: «Siamo la Massoneria dei fatti, non delle parole»

di Tiziano Busca*

Tiziano Busca, Mauro Cascio, Gustavo Raffi, Aldo Masullo, Alessandro Cecchi Paone, Gigi Decollanz

Vittorio Sgarbi ha detto tempo fa che la Massoneria magari non lo sa, ma ha un ruolo importante che è quello di farsi carico delle macerie ideologiche che ci sta lasciando l’epoca in cui viviamo. Una testata giornalistica appena ieri ci spronava a esserci, in modo provocatorio, grottesco, surreale. A sbattere il pugno sul tavolo del dibattito politico e culturale. Sul piano delle partite e delle sfide la Massoneria in generale, e quella del Rito di York in particolare, uno dei Riti del Grande Oriente d’Italia e il più antico e diffuso al mondo, c’è. Intanto perché portatrice sana di un doloroso paradosso, che è quello che già segnalava Gianmaria Cazzaniga nella sua opera La religione dei moderni. Che cioè, piaccia o no, ai suoi detrattori, la Massoneria ha già vinto. Gran parte dei suoi valori etici e pre-ideologi (là dove si intenda la politica come sostanza etica) oggi sono concretamente idealizzati nella modernità, il paradosso consiste nel fatto che la modernità non sempre lo sa, perché i suoi nemici hanno spesso depistato, confuso, infangato prestiti e memorie. Ma l’Italia ha debiti enormi con la Massoneria, il Risorgimento è stata la culla di una realtà che poi si è consegnata alla storia. In un libro in uscita a ottobre, che si intitola significativamente ‘La Massoneria parla all’uomo’, cerco di ricordare quali idee, quali libri, quali intelligenze hanno nutrito lo Spirito dell’epoca. Si tratta di capire se quelle idee, idee d’eccellenza della crema del nostro panorama culturale e politico, siano ancora attuali. Si tratta di vedere, vero, se la Massoneria abbia ancora un ruolo propulsivo, oppure no, oppure sia destinata ad essere un Museo che ogni tanto fa volontariato, giusto per far vedere che si è impegnati in una qualche attività.


Il convegno internazionale all'Università di Oxford è stato riproposto integralmente su Radio Radicale


Le recenti chiacchierate con Paolo Mieli, con Ernesto Galli della Loggia, con Alessandro Giuli, con Giancarlo Loquenzi e Piergiorgio Odifreddi ci riconsegnano una cosa che sapevamo già: che di speranza c’è bisogno e, come ci ha ricordato Daniele Capezzone, la Massoneria non merita il trattamento che alcuni ambienti politici, non riducibili ai 5S, le stanno riservando. Quindi: la Massoneria è ancora attuale? Ha qualcosa da dire? Noi riteniamo, beninteso, di sì. È il laboratorio unico, anzi, la chiesa del dialogo e del confronto. E lo York ha interpretato a fatti, con a parole, a proclami, a manifesti programmatici. Lo York ha fatto prassi non teoria. Noi siamo stati all’Università di Oxford, a dire che di arte bellezza ha bisogno il mondo, e lo abbiamo fatto in occasione della pubblicazione di un saggio di Robin Collingwood proposto per la prima volta in Italiano, lo abbiamo fatto confrontandoci con una selezione qualificata del mondo accademico inglese. Ci siamo confrontati tutte le settimane con simposi filosofici sui temi massonici, sia quelli sapienziali, sia quelli ideologici con accademici, giornalisti, scrittori. Abbiamo percorso in lungo e in largo l’Italia con seminari, convegni, aprendo spesso al pubblico, coinvolgendo centinaia di persone, spiegando loro chi siamo. Abbiamo fatto decine di libri, che abbiamo presentato in diverse occasioni, anche in tre edizioni del Salone del Libro di Torino. Basta scorrere il nostro Blog per avere traccia completa delle attività. Agli altri lasciamo le parole. Noi ci siamo dedicati solo ai fatti.


L'incontro con Giancarlo Elia Valori e Tiziana Della Rocca (Il Foglio, Il Fatto Quotidiano)


Abbiamo parlato della dignità dell’uomo, perché questa è la sponda che ci interessa, perché questo è il terreno di dialogo con la cultura. Ci siamo chiesti se l’economia, quella selvaggia della finanza e dei mercati, non la calpestasse. Ne abbiamo parlato con Giancarlo Elia Valori, con Diego Fusaro, con Marco Taradash. Noi siamo qui, e siamo qui per durare, siamo qui per restare. I pugni li stiamo sbattendo da tempo. Ma per esistere ed essere noi stessi, questo va detto, non dobbiamo chiedere il permesso a nessuno.


Diego Fusaro

Marco Taradash


Né va dimenticato il grande lavoro, rituale, fatto ogni settimana all'interno dei Capitoli, dei Concili, delle Commende. In Italia e all'estero. Perché il Rito di York non è chiacchiera, ma è soprattutto occasione di crescita iniziatica per tutti coloro che lo frequentano. A questo servono le tornate di approfondimento iniziatico (cabalistico e alchemico) a cura di studiosi di primissimo piano: Mauro Cascio, Federico Pignatelli, Enzo Heffler, Massimo Agostini, Nuccio Puglisi...


Il Rito di York è presente capillarmente su tutto il territorio. Ed è forte il suo lavoro in ambito internazionale


Federico Pignatelli, il più conosciuto e autorevole allievo di Ivan Mosca

La copertina del libro in uscita per Tipheret - Gruppo Editoriale Bonanno

lunedì 24 settembre 2018

La Sapienza di Re Salomone: Massoneria e Cabala. Nadav Hadar Crivelli introduce il nuovo libro di Mauro Cascio



«Erano anni che la Filosofia non volava così in alto», dice Nadav Hadar Crivelli. E l'ultimo libro di Mauro Cascio è questo: il tentativo di riportare alla Filosofia alla sua arroganza di voler interpretare le cose e il mondo, a partire anche dalla Massoneria, come chiesa del libero pensiero, cioè come il luogo deputato da sempre designato per essere fucina di idee ed esperienze, cioè per la pratica filosofica più autentica. E soprattutto partendo la forma più sapienziale più tipica della Massoneria: la Cabala. Tutto il simbolismo è informato infatti di 'depositi' che è ora di cominciare a indagare se si vuole riportare la Massoneria al suo senso più autentico: quello di società iniziatica alla continua ricerca del senso dell'uomo. Re Salomone è il personaggio leggendario, il 'mito di fondazione'. Colui che ha fatto sì che la 'cultura' dei sacerdoti fosse condivisa agli artigiani. Il filosofo pontino ci invita a raccogliere questo messaggio. A ottobre in libreria per Tipheret - Gruppo Editoriale Bonanno.

domenica 23 settembre 2018

Buon equinozio d'autunno

Buon equinozio d'autunno ai Compagni e ai lettori del nostro Blog dal Gran Capitolo dei Liberi Muratori dell'Arco Reale - Rito di York e dalla redazione.

venerdì 21 settembre 2018

Marco Taradash difende la Massoneria. Su Radio Radicale l'incontro con il Rito di York



Un incontro, nel suo piccolo, che rappresenta una piccola tappa di una piccola storia. La Massoneria deve aprirsi al confronto, al dialogo. Solo così può rendere reali i suoi ideali, solo così può mettersi a riparo dall'ignoranza, dal fanatismo, dalla superstizione. Non c'è da scherzare, il clima oscurantista che credevamo superato per sempre, si sta da qualche anno ripresentando con nuovi interpreti. Mauro Cascio e Tiziano Busca hanno dialogato su questo, nell'ambito della rassegna 'nautico-filosofica' Nobili Viaggiatori nelle rotte del pensiero, con Marco Taradash. Radio Radicale ha proposto la registrazione integrale dell'evento.

Ascoltalo qui.

La Massoneria parla all'uomo. A ottobre in libreria il Manifesto di Tiziano Busca

La copertina del libro

È ora che la Massoneria si riappropri del suo ruolo pre-ideologico, che declini cioè nell’attualità politica i suoi valori, che sono quelli che ha dato alla modernità. Continuando a custodire il suo patrimonio sapienziale e teoretico (soprattutto cabalistico), deve contribuire alla costruzione di esperienze nuove, dopo le macerie delle grandi ideologie. Uno scatto di orgoglio farlo proprio oggi, quotidianamente attaccata e svillaneggiata dagli eredi dei totalitarismi di ieri, gli stessi che ha sempre combattuto. Questo libro, in uscita a ottobre per Tipheret - Gruppo Editoriale Bonanno, è un Manifesto che mette a sistema idee vecchie e costrutti nuovi e nasce dalle chiacchierate, a Milano, Trieste, Compiano, tra l’autore, Tiziano Busca, Sommo Sacerdote del Gran Capitolo dei Liberi Muratori dell'Arco Reale, un filosofo tra i più attivi negli Studi Tradizionali, Mauro Cascio, e un autore radiotelevisivo, tra i più stretti collaboratori di Gabriele La Porta, nella storica stagione a Rai 2 e Rai Notte, Egidio Senatore.

I Nobili Viaggiatori ospitano Corrado Ocone

Corrado Ocone

Prossimo appuntamento dei Nobili Viaggiatori (per le rotte del pensiero) lungo il Canale Neroniano e a Ponte rosso, giovedì prossimo alle 17.30, con Corrado Ocone. Filosofo, direttore scientifico della Fondazione Einaudi, ha collaborato tra l'altro con il Corriere della Sera e il Mattino. Un estratto di un suo articolo è stato usato anni fa dal Ministero come traccia per la prova scritta degli esami di Maturità. Saggista, ha pubblicato studi per Rubbettino e Castelvecchi. Attorno al suo ultimo libro, «Attualità di Benedetto Croce», Mauro Cascio e Saverio d'Ottavi ricameranno le loro riflessioni. Le conclusioni saranno affidate a Tiziano Busca, Sommo Sacerdote del Gran Capitolo dell'Arco Reale - Rito di York.

Marco Taradash ospite dello York: «Stanno aggredendo la Massoneria, ma è in gioco la libertà di tutti»

Tiziano Busca, Mauro Cascio e Marco Taradash

Marco Taradash ospite dei Nobili Viaggiatori, i 'marinai dello Spirito' che da qualche settimana propongono 'rotte' in provincia di Latina. La parola chiave è questa: 'scoperta'. Perché il marinaio è un po' un filosofo che vuole navigare acque nuove. Il lago di Paola, il fiume Cavata sono state quinte sceniche di un altro viaggio, quello della Filosofia che interroga il presente. E la Massoneria, quella del Rito di York, che ha patrocinato e promosso l'iniziativa di Mauro Cascio e Saverio d'Ottavi, torna ad essere luogo di confronto e di riflessione, con il mondo della cultura, della politica, dell'economia. Questo il senso di questi 'itinerari'.
Taradash ha analizzato l'attuale situazione politica, ha sottolineato il pericolo dei 5 Stelle. Ha difeso la Massoneria. «Inaudito il contratto di Governo», ha detto tra l'altro riferendosi all'evidente discriminazione posta in essere dai grillini con la complicità silenziosa della Lega. In gioco però c'è anche e soprattutto la libertà di associazione. La Massoneria ha saputo promuovere poco se stessa, all'estero non è così. Ha tradizioni e radici fondative della stessa modernità: la Rivoluzione francese, l'idealismo, l'illuminismo, lo stesso Risorgimento Italiano. Taradash ha ricordato anche la figura di Ernesto Nathan, il 'miglior sindaco di Roma' e Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia. Si può non essere degni del proprio passato, e se ne può discutere. La Massoneria non è più, forse, la palestra del pensiero che è stata. La sua tradizione sapienziale (alchemica e cabalistica) può essere sbiadita. I suoi valori risorgimentali dovrebbero essere tirati fuori dai musei e spalmati nella storia. «Ma non essere all'altezza», ha osservato Mauro Cascio, «vuol dire al limite essere mediocri, non essere dei delinquenti».
Le conclusioni sono state affidate a Tiziano Busca, Sommo Sacerdote del Gran Capitolo dei Liberi Muratori dell'Arco Reale, che è tornato a ribadire la necessità di moltiplicare le occasioni di confronto. Perché non si può passare la vita a difendersi, bisogna riconquistare un ruolo. E in un momento così drammatico, quando attorno abbiamo solo le macerie ideologiche, una Massoneria che faccia sentire la sua autorevolezza manca davvero...

Nei prossimi giorni sarà disponibile la registrazione della serata.

giovedì 20 settembre 2018

L'Italia delle speranze. Tra gli ospiti della Massoneria a Villa Il Vascello Ernesto Galli della Loggia, Alessandro Giuli, Giancarlo Loquenzi e Piergiorgio Odifreddi



Il dibattito “L’Italia delle speranze” in programma il 22 settembre al Vascello, dalle ore 10 e 30, vuole partire da questo interrogativo per valutare la fiducia degli Italiani verso il futuro e la portata delle loro speranze. Vuole individuare i loro desideri per tentare di realizzarli concretamente. Ma come? L’incontro, che si svolge nell’ambito delle tradizionali celebrazioni del Grande Oriente d’Italia per il XX Settembre, sarà animato da esperti alla presenza del Gran Maestro Stefano Bisi al quale sono state affidate le conclusioni. Porteranno contributi: Massimo Carpinelli, fisico, Rettore dell’Università di Sassari; Gian Maria Fara, sociologo, presidente dell’Eurispes; Ernesto Galli della Loggia, storico dell’Università di Perugia ed editorialista del “Corriere della Sera”; i giornalisti Alessandro Giuli e Giancarlo Loquenzi; Piergiorgio Odifreddi, matematico e divulgatore scientifico.

Fonte: Grande Oriente

mercoledì 19 settembre 2018

Alla scoperta dell'Ordine degli Eletti Cohen



Una nuova occasione per conoscere e capire gli Eletti Cohen, quella grande pagina di Illuminismo Cristiano che è la forma più incorrotta di Martinismo, cioè quella dottrina che ha innamorato Goethe e coinvolto a vario titolo Joseph de Maistre, Gabriele D'Annunzio, Fernando Pessoa, Jacques Cazotte, Claude Debussy, Edith Piaf... Prossimamente in libreria il saggio di Robert Ambelain che va a completare una vasta collezione di 'classici' del Martinismo delle origini proposti da Tipheret – Gruppo Editoriale Bonanno nella collana Lamed: a partire dal Trattato di Martinez, e dai suoi Manoscritto di Algeri e L'Universo a portata di mano, e poi le opere di Willermoz, Saint-Martin, Prunelle de Lière, i saggi di Bricaud, Chevillon, Papus e poi de Maistre, Lopukhin,  Pelagius, Matter.
Mauro Cascio, che già aveva scritto qualche anno fa una introduzione a questo mondo, All'ombra della Riconciliazione, sarà ospite il mese prossimo di un convegno a Montecatini Terme.



martedì 18 settembre 2018

Gianni de Michelis sulla Massoneria

Gianni de Michelis

«Chi come me ha per principio irrinunciabile – etico oltreché politico - il rispetto senza condizioni dell' 'altro' e crede fermamente e indiscutibilmente nella necessità che questa differenza vada non solo rispettata ma aiutata ad esprimersi, non può che rinnovare anche in questa circostanza [...] l'auspicio – che è esigenza civile e morale a un tempo - che tale orientamento faccia sempre più proseliti nell'opinione pubblica. Questo obiettivo, credo rappresenti un punto fermo non solo per la salvaguardia, legittima e indiscutibile, dei valori e delle regole su cui la Massoneria fonda la propria esistenza, ma, più in generale, per la difesa di un mondo in cui la libertà, la scelta di un'idea e di un cammino di vita siano fruibili senza limiti e condizionamenti di alcun genere. Un mondo in cui, in definitiva, il pregiudizio non torni a far sentire, come spesso è accaduto, il suo peso opprimente, per le coscienze dei singoli e per il destino dei popoli; e non svolga più, come esperienze anche recenti dimostrano, una funzione corrosiva e destabilizzante, contraria ad un cammino di pace, solidarietà e uguaglianza verso cui tutti dobbiamo tendere i nostri sforzi e le nostre intelligenze».

(tratto dalla nota introduttiva a Mauro Cascio, Storia (Apologetica) della Massoneria, 2005)

lunedì 17 settembre 2018

Nobili Viaggiatori. Marco Taradash ospite del Rito di York

Marco Taradash

Terza tappa della rassegna di escursioni nautico-filosofiche curata da Mauro Cascio e Saverio d'Ottavi e patrocinata dal Gran Capitolo dei LLMM dell'Arco Reale - Rito di York: Nobili Viaggiatori per le rotte del pensiero. A Sabaudia, ospite del 'battello filosofico' nel lago di Paola, sarà Marco Taradash, per parlare della situazione politica in generale, dell'anti-intellettualismo dei 5S in particolare, accennando anche agli attacchi continui di alcuni settori politici alla Massoneria. Le conclusioni saranno affidate a Tiziano Busca. Giovedì ore 18.00, Proprietà Scalfati. Infoline e prenotazioni 3428039743

L'isola che c'è. Successo per il Forum del Rito di York a Siracusa

Il Grande Albergo Alfeo, la splendida cornice del Forum organizzato dal Capitolo di Siracusa

La Cabala è la Massoneria. O meglio: la Cabala è talmente dentro il simbolismo massonico da esserne costitutivo. Per questo si è reso urgente indagarne i nessi in modo compiuto ed esaustivo, soprattutto nelle Camere del Rito di York. Nel corso dell'anno sono stati già proposti dei moduli, a Milano, a Roma, a Benevento, a Novara, a Trieste, a Compiano. Questo fine settimana, a Siracusa, si è provato un po' ad arrivare a sintesi. I relatori Mauro Cascio, Enzo Heffler e Federico Pignatelli sono stati introdotti da Alfonso Cassia e Marco Patti e coadiuvati in questo viaggio nel profondo della sapienzialità ebraica da Diego Mantovani. Giancarlo Germanà ha provveduto a dare un contributo architettonico e archeologico sui luoghi del culto e Salvatore Buscemi a regalare dei momenti di poesia. Ha condotto il Sommo Sacerdote del Gran Capitolo dei Liberi Muratori dell'Arco Reale Tiziano Busca. Ha portato i saluti il presidente del Collegio dei MMVV della Sicilia Antonino Recca.

Mauro Cascio

Enzo Heffler

Federico Pignatelli

Diego Mantovani

Sette ore di straordinaria intensità

Tiziano Busca

Busca, con Alfonso Cassia,  Marco Patti e con Antonino Recca


venerdì 14 settembre 2018

Nobili Viaggiatori per le rotte del pensiero. Mario Leone ospite del Rito di York

Mauro Cascio con Mario Leone

Nobili viaggiatori per le rotte del pensiero. Grande successo per la rassegna ideata e condotta da Mauro Cascio e Saverio d'Ottavi, con Mario Leone, segretario del Movimento Federalista Europeo e vicedirettore dell’Istituto Altiero Spinelli, lungo il Fiume Cavata, a Sermoneta, per una escursione dal tema «Unità europea e comunità di destino». È stata anche l'occasione per parlare del ruolo pre-ideologico della Massoneria, sull'idea di Nazione nel Risorgimento e di Europa come incontro delle genti, approfondendo filosofi massoni quali Fichte, Herder, Lessing, dedicato anche uno spazio alla Giovane Europa di Giuseppe Mazzini. Un modo insomma per confrontare, filosoficamente, il passato con il presente, perché la Filosofia, come la Massoneria, o è interprete, anche, del presente o rischia di essere solo un museo di nessuna immediata finalità. Gli incontri hanno il Patrocinio del Rito di York. Ha portato i saluti Davide Bertola.

Un momento dell'escursione in canoa

Sermoneta vista dal Fiume Cavata

Davide Bertola


giovedì 13 settembre 2018

Ecco cosa scriveva Mazzini sul ruolo della Massoneria



«Voi avete una importante missione da compiere: quella di restituire la Massoneria all'antico spirito dell'istituzione. E dico: restituire, perché la Massoneria non fu, nei periodi nella sua potenza, straniera, come poi la fecero, ai destini politici dei popoli. Fu dall'origine la santificazione del Lavoro. E il Tempio, simbolo d' un ordinamento sociale, racchiudeva nel concetto tutta quanta l'attività umana» (Giuseppe Mazzini, lettera ai Fratelli siciliani del 27 Agosto 1863).

mercoledì 12 settembre 2018

Lutto nel Rito di York

Il comp. Mario Rigato è passato all'Oriente Eterno. I funerali avranno luogo domani. Alla famiglia le condoglianze del Sommo Sacerdote del Gran Capitolo dei LLMM dell'Arco Reale del Rito di York, della giunta tutta  e della redazione del Blog

In libreria i Rituali massonici



Ordo ab Chao, ecco l’intento di questa raccolta di rituali massonici, che, come precisato nell’introduzione di questo testo in pubblicazione per Tipheret - Gruppo Editoriale Bonanno, raccoglie i rituali ufficiali attualmente in uso presso il GOI, unitamente a quelli tollerati e praticati da tutti i Fratelli della Penisola. In questo lavoro non vi è evidentemente alcuno scopo didattico, ma solo l’intendimento di mettere a disposizione e all’uso dei Fratelli uno strumento che si spera possa rivelarsi utile.

lunedì 10 settembre 2018

Unità europea e comunità di destino. Mario Leone ospite dello York

Mario Leone

Unità europea e comunità di destino. È questo il tema della prossima navigazione dei Nobili Viaggiatori per le rotte del pensiero, con il patrocinio del Rito di York. Mario Leone è segretario regionale del Movimento Federalista Europeo e vice direttore dell’Istituto di Studi «Altiero Spinelli». Con Mauro Cascio e Tiziano Busca, a cui sono affidate le conclusioni. L'appuntamento è giovedì a Sermoneta, nel piazzale del ristorante La Sorgente alle 17.30. Da lì ci si sposterà verso la sorgente del Fiume Cavata, che si navigherà in canoa fino al Foro Appio. È richiesta la prenotazione al 342.8039743

Il Fiume Cavata e, sullo sfondo, Sermoneta: le meraviglie della provincia di Latina

Gemellaggio fra i Capitoli Sulki di Carbonia e Demnitatea Romaneasca di Bucarest.




Grande è stata la partecipazione alla Tornata tenutasi presso la Casa Massonica di Carbonia per il gemellaggio fra il Capitolo “Sulki” n°39 all’Oriente di Carbonia e il Capitolo “Demnitatea Romaneasca” n°103 all’Oriente di Bucarest. Presenti i Compagni Romeni Gabriel Gherasim Ex Gran Sommo Sacerdote del Gran Capitolo dell’Arco Reale in Romania, Petre Buneci Gran Capitano del Gran Capitolo dell’Arco Reale in Romania, Gabriel Bulumac Ex Gran Sacerdote del Capitolo “Dignità Romena” n°14 all’Oriente di Bucarest, Valentin Neagu Ambasciatore del Gran Capitolo dell’Arco Reale in Romania per l’Italia e Gran Sacerdote del Capitolo “Dignità Romena” n°14 all’Oriente di Bucarest, Gabriel Danescu Gran Re del Capitolo “Dignità Romena” n°14 all’Oriente di Bucarest, Traian Popescu Sommo Sacerdote del Gran Capitolo dell’Arco Reale in Romania assieme ai Compagni Enzo Heffler Gran Tesoriere del Gran Capitolo dell’Arco Reale, Alessandro Pusceduu Gran Maestro Delegato del Gran Concilio dei Massoni Criptici d’Italia e Sergio Rossi Gran Capitano Generale della Gran Commenda Templare d'Italia. Momento particolarmente emozionante quando il Gran Sacerdote Salvatorangelo Cambula e il Gran Sacerdote Valentin Neagu hanno sottoscritto il giuramento di gemellaggio fra i due Capitoli.







I drammi del precariato e la Erasmus Generation. Il video integrale dell'incontro di Tiziano Busca e Mauro Cascio con Diego Fusaro

Vi proponiamo la registrazione integrale dell'incontro con Diego Fusaro che ha aperto la rassegna 'Nobili Viaggiatori per le rotte del senso' del Rito di York. Prima di navigare le acque del lago di Paola, la navigazione è avvenuta nel pensiero, per passare in rassegna le tappe di un problema oggi cruciale: la schiavitù senza appello alla Globalizzazione, che offende e mortifica la dignità dell'uomo e contro la quale non sembra esserci nessun rimedio.


Prima parte

Seconda parte

venerdì 7 settembre 2018

Nobili Viaggiatori per le rotte del pensiero. Una navigazione del fiume Cavata con Mario Leone

Diego Fusaro ospite dello York. «Schiavi della globalizzazione». Tiziano Busca: «La Massoneria ha cara la dignità dell'uomo»

Diego Fusaro tra Tiziano Busca e Mauro Cascio

Una delle iniziative più belle e intense degli ultimi mesi firmate dal Rito di York. Nelle rive del lago di Paola, Mauro Cascio e Tiziano Busca hanno incontrato il filosofo Diego Fusaro, nell'ambito dell'iniziativa 'Nobili Viaggiatori per le rotte del pensiero', una serie di escursioni filosofiche che accompagnano le 'esplorazioni' del pensiero con avventure 'nautiche'.
Tema dell'incontro l'ultimo libro «Storia e coscienza del precariato» che presenta una situazione oggi insostenibile. L'uomo è umiliato dal 'Capitalismo assoluto', non c'è più niente, di politico o ideologico, che possa fermare un'accumulazione senza limite che ha finito per logorare anche la vecchia classe borghese, che ha creato una minoranza di uomini sempre più ricchi e dall'altra la maggioranza larga di 'servi' che non hanno più la speranza di un futuro. Essere 'precari' è diventato oggi quasi una dimensione 'ontologica', costitutiva di giovani privati di fatto di ogni 'progettualità'.
«È a questo che può servire la Massoneria», ha concluso Tiziano Busca, «a ridare all'uomo la sua dignità e il suo valore. Bene ricordare il passato, bene ricordare che la Massoneria è la genitrice della Rivoluzione francese, dell'Illuminismo, del Risorgimento italiano, bene ricordare Fichte, Schelling, Hegel, Voltaire, Goethe, Mozart. Ma la Massoneria non deve essere un Museo e deve mettere in campo i suoi valori e la sua tradizione. Una Massoneria dal passato glorioso e dal futuro certo può essere sicura di un presente solido».

martedì 4 settembre 2018

Attacco alla democrazia, attacco alla Massoneria



Trentatrè  pannelli per non dimenticare, per evitare che la persecuzione si possa ripetere, per vigilare sulle libertà di ogni uomo. E’ questo lo spirito di ‘Attacco alla Democrazia, Attacco alla Massoneria. Dalla demonizzazione al piano dell’Asse’,  la mostra  documentaria riproposta, dopo la Gran Loggia di Rimini,  dal responsabile  del Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia a Massa Marittima in occasione dell’ormai tradizionale appuntamento di fine estate Liberamente Massoneria, organizzata dal Grande Oriente d’Italia d’intesa con la presidenza del Collegio della Toscana nei giorni 31 agosto e primo settembre.

Un prezioso catologo pubblicato dalla casa editrice Mimesis. ideato da Fioravanti e realizzato in collaborazione con Elisabetta Cicciola e Maria Banaudi, arricchisce l’esposizione. Chi lo leggerà, è stato spiegato nel corso della presentazione dell’iniziativa, alla quale ha preso parte anche il sindaco Marcello Giuntini, potrà rendersi conto di “quanto la Libera Muratoria sia stata temuta e demonizzata al fine di sottometterla o piegarla ai voleri di chi vuole esercitare il controllo sulle masse”.

Fonte: GOI

lunedì 3 settembre 2018

Nobili Viaggiatori per le rotte del pensiero: Diego Fusaro ospite del Rito di York

Diego Fusaro

Mauro Cascio e Saverio d’Ottavi, con il Patrocinio del Gran Capitolo dei LLMM dell’Arco Reale - Rito di York, presentano: «Nobili Viaggiatori per le rotte del pensiero». Un'escursione con il ‘battello filosofico’ nel lago di Paola con Diego Fusaro per parlare di 'Precariato', a partire dal suo ultimo libro, Storia e coscienza del precariato. Si tratta del primo appuntamento di una serie di navigazioni (per fiumi, laghi e mari) che coinvolgeranno professionisti della Filosofia, della Politica, dell'Economia. Interviene Tiziano Busca. I posti nel battello sono limitati. Per partecipare, gratuitamente, occorre prenotare al 342 803 9743.

L'appuntamento è per Giovedì 6 settembre, ore 18.00 presso la Proprietà Scalfati, via Casali di Paola 6, San Felice Circeo (Latina).

Il lago di Paola

Il battello filosofico