lunedì 14 agosto 2017

Buone vacanze a tutti



A tutti i nostri lettori serene vacanze dalla redazione del Blog dell'Arco Reale e dalla giunta del Rito di York. Ci rivediamo con gli aggiornamenti lunedì 21 agosto...

giovedì 10 agosto 2017

Massimo Agostini a Torre di Palme



Si è svolto ieri a Torre di Palme, Palazzetto dei Priori, la presentazione del libro «Et in arcadia ego. I miti dei popoli del mare» di Massimo Agostini (Tipheret - Gruppo Editoriale Bonanno). All'incontro, moderato da Jacopo Angiolini (della Primavera 1174 all'Or.'. di Treviso) ha partecipato anche Tiziano Busca, Sommo Sacerdote del Gran Capitolo dei LLMM dell'Arco Reale - Rito di York in Italia e Francesco Bernabucci che, riagganciandosi ai contenuti del libro, ha trattato del Tau come simbolo solare.

martedì 8 agosto 2017

L'eterno attimo che dà senso alla vita



« L'etica ci imporrebbe di vivere al livello dello stato d'animo più alto che mai abbiamo vissuto (anche solo come possibilità), e cioè nella direzione di un prolungamento all'infinito verso l'alto di questo stato d'animo; senza nessuna considerazione per “gli stati d'animo momentanei” – anche se questi dovessero durare negli anni. Tuttavia, da un punto di vista metafisico, quello è il vero contenuto della vita (l'Io in sé) e questi puro fenomeno. Anche quando partecipiamo alla vita vera solo per pochi istanti. La possibilità, l'irripetibile realizzarsi di una possibilità – dice Eckhart – significano la sua eterna realtà. Da un punto di vista metafisico il tempo non esiste. E quell'attimo in cui sono stato io, è davvero la vita, la vita stessa, la vita piena. Anche se quegli stati d'animo che riempiono “tutta la vita” sono solo “momenti”» (György Lukács)

Leggi qui

lunedì 7 agosto 2017

L'Atanor del Rito di York



Nuove e potentissime sublimazioni dal laboratorio del Rito di York. Si è già al lavoro per le iniziative editoriali, culturali, formative e informative che partiranno subito dopo la pausa estiva. Nuovi studi, nuove presentazioni e nuovo condivisione di un sapere. Il Rito di York continuerà a guardare dentro di sé per scoprire una traccia di un'evoluzione a disposizione di tutto il genere umano. Perché mai come oggi c'è bisogno di 'costruire'. «Siamo un cantiere», ha detto il Sommo Sacerdote del Gran Capitolo dei LLMM dell'Arco Reale. E il nostro impegno è quello di dare pietra al nostro progetto, dare pareti ai nostri orizzonti, cioè far sì che la nostra visione del mondo diventi storia, diventi come quei monumenti sparsi per l'Europa che sfidano le età».

Sociologia della Massoneria



Sociologia della Massoneria è un’opera che introduce una novità nel campo degli studi sulla Massoneria e che può dar vita a un dibattito certamente interessante e utile sul tema. Originale e nuova è la distinzione tra Massoneria e meta-Massoneria. Mentre la Massoneria è il corpo solido, e cioè i Landmarks, le Costituzioni, gli Statuti, i Regolamenti dell’Ordine, ecc., la meta-Massoneria è il corpo liquido, cioè il lavoro interiore personalissimo, originale, originario, unico e irripetibile che ogni singolo Libero Muratore fa su se stesso e in se e anche il lavoro interiore del gruppo massonico (la Loggia). In quanto prospettiva, ogni cultura si pone come struttura di mediazione fra i soggetti e gli accadimenti, poiché essa fornisce loro un repertorio di artefatti materiali, mentali ed espressivi. In questo testo la “visione all’interno”, è il lavoro che ogni libero muratore, una volta iniziato alla libera muratoria, fa su se stesso, nella sua personalissima, originaria, originale, unica, irripetibile, interiorità, ma è anche il lavoro interiore del gruppo che considera se stesso come soggetto unico in fase di costruzione; “visione all’esterno”, invece, è tutto ciò che riguarda il lavoro di gruppo e tutto ciò che, del lavoro interiore, appare ad di fuori..

Massoneria, un amore. Il libro dell'ex GM Virgilio Gaito



“Massoneria, un amore”. L’8 settembre a Bari nel salone delle Muse del Circolo dell’Unione al Teatro Petruzzelli, nell’ambito delle celebrazioni dei trecento anni  di Libera Muratoria sarà presentato il libro di Virgilio Gaito. All’evento, organizzato dalla loggia Onore e Giustizia n. 257 con il patrocinio del Grande Oriente e del Collegio circoscrizionale della Puglia, interverrà il Gran Maestro Stefano Bisi. Introdurrà i lavori il giornalista tv Alessandro Cecchi Paone. Relatori: l’avv. Tiziana Parenti, ex parlamentare, ex magistrato, che firma la prefazione al volume; l’antropologo dell’Università di Siena Vinicio Severino; il professore Saverio Di Bella, docente di storia moderna all’Università di Messina ed ex senatore e membro della Commissione Antimafia dal 1994 al 1996, durante appunto gli anni della presidenza della Parenti. Sarà presente l’autore, che è stato Gran Maestro del Grande Oriente dal dicembre 1993 al marzo 1999. Il saggio di Gaito è pubblicato da Pontecorboli.


venerdì 4 agosto 2017

Non ho tempo. Il paradosso del bene più prezioso



Una tematica sempre attuale, ma viva più che mai nella nostra cultura, dove tutto è permeato da un senso di urgenza. Relazioni, valori, rapporti lavorativi, atteggiamenti mentali e comportamenti, sono condizionati e scanditi costantemente dai nostri orologi, che spesso non sembrano accordati secondo ritmi propriamente umani.

È possibile riconoscere nel vortice costante degli eventi, un tempo “opportuno”, il Kairos dei filosofi greci, per cogliere il sapore e il senso della propria esistenza, e allo stesso tempo seguire fluidamente e in maniera costruttiva, quel “Panta rei” inevitabile, che coinvolge le nostre vite?

È il tempo che trasforma le cose, i rapporti, le persone, i luoghi, o è il divenire stesso di ogni cosa, che genera il tempo? La complessità del concetto è da sempre oggetto di studi scientifici e filosofici, e innegabilmente, riguarda le nostre vite, soprattutto quando si parla di “gestione del tempo”, o di sofferenze emotive legate ad una percezione del tempo, come l’ansia, che ci porta a proiettarci nella fretta del futuro, o la depressione, che ci costringe a rimanere nella scia di sentimenti passati.

Nella sede Saficof, avremo l’occasione di esplorare questi argomenti, con un open day interamente dedicato alla tematica del tempo. I docenti arricchiranno il pomeriggio con i loro interventi, e a conclusione, sarà offerta a tutti i partecipanti la possibilità di intrattenersi in un piacevole aperitivo filosofico.

Quando? Sabato 30 settembre 2017, dalle 15.30 alle 19.00, presso la sede SAFICOF di Lonigo, in via Martiri delle Foibe, 9. L’incontro è gratuito e aperto a tutti: studenti, couselor, interessati alla formazione della consulenza filosofica. Durante l’open day, sarà possibile ricevere maggiori informazioni sul percorso formativo triennale e sui corsi di aggiornamento.

Per informazioni: segreteria@saficof.it

giovedì 3 agosto 2017

Steiner: oggi su Il Giornale la recensione al libro di Cammerinesi



Una bella recensione al libro di Cammerinesi (Bonanno editore) sul Giornale di oggi. Strana storia quella di Rudolf Steiner. Doveva diventare, secondo i desideri del padre - modesto capostazione delle ferrovie austro-ungariche -, ingegnere ferroviario. Si era iscritto al prestigioso Politecnico di Vienna, che frequentava con grandi sacrifici pendolando dalla provincia. Ma tra le varie materie scientifiche vi era anche l'esame facoltativo di letteratura tedesca con un professore appassionato di Goethe. Leggendo il Faust, il giovane gradualmente si orienta verso la cultura umanistica ed è così entusiasta e preparato che il docente lo incarica di curare la pubblicazione delle opere scientifiche di Goethe, che erano (e sono ancora) assai sottovalutate. Steiner, giovanissimo, viene immediatamente apprezzato al punto da essere chiamato nel 1890 (era nato nel 1861) a Weimar - la Mecca degli studi goethiani - dove si sta approntando la mitica edizione critica delle opere del massimo scrittore tedesco. A Steiner spetta la cura degli scritti scientifici che diventano il fondamento della sua concezione del mondo.

Continua a leggere qui

Compra il libro

Compra «Mystica Aeterna. I rituali del culto cognitivo»

mercoledì 2 agosto 2017

Le rotte esoteriche del Grande Oriente d'Italia



Anche quest’anno Lipari ospiterà un momento di incontro e di riflessione promosso dalla Eolia Cenacolo Culturale unitamente al Grande Oriente d’Italia, la più antica e numerosa istituzione massonica del paese. La manifestazione si svolge nell’ambito della rassegna dei Pomeriggi Culturali Eoliani del Centro Studi che ha raggiunto la 36esima edizione. Ad annunciare l’evento è il presidente di Eolia Giancarlo Niutta che fissa l’appuntamento per il prossimo 5 agosto.

L’iniziativa, che si svolgerà alla presenza del sindaco di Lipari Marco Giorgianni e del Gran Maestro Stefano Bisi, avrà inizio alle ore 18, nei giardini del Centro Studi, con un incontro dal titolo “Rotte esoteriche. L’elemento acqua”. Insieme al sindaco Giorgianni, intervengono il Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente d’Italia Santi Fedele e il professor Giovanni Randazzo dell’Università di Messina. Modera il giornalista Angelo Di Rosa.

Al termine si procederà alla consegna del Premio Libero Pensiero che sarà introdotto dal Gran Maestro Bisi con una panoramica dell’identità e dei fini del Grande Oriente d’Italia e della Massoneria universale che quest’anno celebra tre secoli di storia moderna e contemporanea. Il Gran Maestro si soffermerà sull’attività umanitaria svolta dal Grande Oriente d’Italia anche in virtù del vincitore di quest’anno del Premio Libero Pensiero alla carriera. Il riconoscimento è stato infatti assegnato a Sergio Rosso, da decenni presidente e animatore degli Asili Notturni Umberto I, storico ente benemerito di Torino. Rosso è anche Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente d’Italia.

Il Premio Libero Pensiero 2017 sarà invece consegnato all’avvocato Antonino Salsone che traccerà una riflessione su “libero pensiero quale antitesi alla mafia”.

La manifestazione si avvale del patrocinio del Comune di Lipari e dalla Federalberghi delle Isole Eolie.

Fonte: GOI

martedì 1 agosto 2017

Oggi è il compleanno di Tiziano Busca




Oggi è il compleanno di Tiziano Busca, Sommo Sacerdote del Gran Capitolo dei Liberi Muratori dell'Arco Reale - Rito di York in Italia. Tantissimi auguri da tutti i Compagni del Rito, dalla Giunta e dalla redazione del Blog.

Il pensiero di Almerindo Duranti:


Et in Arcadia Ego: Massimo Agostini a Torre di Palme




Et in Arcadia Ego: i miti dei Popoli del Mare, presentazione dell'ultimo libro di Massimo Agostini  il prossimo 9 agosto alle 18.00 al Palazzetto dei Priori  di Torre di Palme. Un viaggio che conduce il lettore a varcare il velo del mistero Templare.  Con l'autore ci sarà Francesco Bernabucci.

Il libro è frutto di laboriose ricerche e studi seguendo una sottile rete di leggende e verità che partono dagli antichi Popoli del Mare per intrecciarsi con gli Alfei e la storia degli etruschi Venulei, fino alle vicende di Ugo di Pagano Eb(u)riaci da Vecchiano.
Un saggio per la storia legata a organizzazioni iniziatiche custodi di un antico segreto fin dai tempi di Enoc. Una ricerca nata da misteriosi documenti ritrovati nell'archivio di una importante famiglia toscana che ha condotto l'autore a svelare suggestive ipotesi sull'origine italiana dei Templari.
Il legame di Agostini con il Clan Sinclair, i suoi viaggi in Scozia e nelle isole Orcadi, donano alla ricerca il senso di una conoscenza iniziatica, appartenuta ad antiche nobili famiglie, per essere trasmessa di generazione in generazione. Il libro è rivolto agli uomini del dubbio, non ha nessuna pretesa di verità rivelata, ma semplicemente quella di donare libere intuizioni a chi possiede gli strumenti per progredire nella ricerca.